Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Promozione: il cuore non basta contro Carpi

Nel big match di sabato 5 Marzo Carpi vince 8-7.

Nell'attesissima partita di campionato di Promozione, Adria Nuoto ospitava una delle candidate per la vittoria finale: Cabassi Carpi.

Per questa importante sfida mister Bulgarelli ha dovuto fare a meno del giovane Magagnato, ma ha potuto contare sul ritorno del centro boa Biga, al suo esordio in questo campionato. Per il resto il mister ha convocato grosso modo gli stessi giocatori di queste ultime giornate: torna Vicentini tra i pali, Baldetti (1 gol), Trovò, Giolo (1), Duò, Grassi, Ferro, Drago (2), Castellani, Battaggia e capitan Vecchiattini.

La sfida inizia con le due formazioni incapaci di sbloccare il risultato: numerosi, infatti, sono stati i cambi di gioco e altrettanto numerosi le azioni d'attacco. Niente da fare, il primo tempo si conclude a reti inviolate. Lo spirito di gioco della squadra di casa è quello giusto, ben diverso dall'incolore prestazione contro Formigine. Adria Nuoto si conferma una squadra ostica, anche per le formazioni più “quotate”.

Nel secondo tempo è proprio Adria Nuoto che sblocca il risultato con Baldetti e , dopo 3 minuti addirittura raddoppia con Drago. E' un duro colpo per gli ospiti, che provano in tutti i modi a recuperare e, prima della fine del secondo tempo accorciano, portandosi sul 1-2.

Si va al cambio campo e di conseguenza al terzo tempo. Adria Nuoto allunga nuovamente sfruttando una superiorità numerica con Giolo. Ma Carpi non ci sta e si fa nuovamente sotto segnando il 2-3 sempre su superiorità. Poco dopo, sfruttando nuovamente l'uomo in più, la squadra in calottina nera acciuffa il pareggio. A questo punto sale in cattedra il capitano Vecchiattini che conduce i suoi nuovamente in vantaggio. Poco dopo ancora il capitano allunga, entrando apposta dopo un time-out voluto da Bulgarelli per giocare la superiorità numerica: Vecchiattini entra, segna, esce di nuovo per rifiatare. Peccato per lo strafalcione difensivo causato poco dopo: confusione tra Vecchiattini che passa la palla a Drago che stava ripartendo. Drago non se ne accorge, ma il suo avversario si: Carpi si porta sul 4-5.

Ultimo tempo. Adria Nuoto è piuttosto tesa ma sa che può farcela e lo stesso si può dire di Carpi. E' proprio la squadra ospite che prende l'iniziativa e pareggia ancora una volta. Ma la squadra adriese non si da per vinta e segna ancora una volta con Vecchiattini, autore di una partita di grande sacrificio. Carpi è determinato e prima pareggia e poi addirittura si porta in vantaggio per la prima volta. A 2 minuti dal termine Drago trasforma un rigore e pareggia i conti, ma a 25 secondi dal termine Carpi frantuma i sogni della squadra di casa e segna, portandosi a casa la partita e i tre punti.

Una partita davvero emozionante, giocata ad alti livelli da entrambe le formazioni. Adria Nuoto dimostra, nonostante diversi errori in fase difensiva e qualche imprecisione in fase offensiva, di essere una formazione difficile da battere, soprattutto in casa. Per quel che riguarda la squadra ospite, sicuramente è una squadra più attrezzata e più esperta e proprio per questo sono sembrate eccessive le simulazioni tentate dai giocatori.

Adria Nuoto perde così la sua prima partita e il rammarico è grande. Ma ne esce consapevole di poter fare ancora grandi cose in questo campionato. Occasione per dimostrarlo sarà la partita di sabato 12 Marzo contro San Severino, altra squadra da non sottovalutare.

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook