Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Alla Coppa Brema Alex centra il tempo per i prossimi Criteria

Si è svolta domenica 18 dicembre a Preganziol la fase di qualificazione della Campionato Italiano a squadre intitolato ai Caduti di Brema. La manifestazione prevede che ogni società schieri un atleta in ogni singola gara. Il tempo ottenuto viene convertito in punteggi tramite le tabelle FINA e i punteggi ottenuti vengono sommati nella classifica a squadre.

La manifestazione è stata abbastanza veloce e si è aperta con Giada Buoso che si è cimentata eccezionalmente nei 200 misti, dove ferma il cronometro su 2’55”37. Nei 400 stile libero maschili Adria Nuoto ha schierato Andrea Meazzo, esperto di distanze di fondo e mezzofondo, che ha concluso la gara al quinto posto in 4’18”04. Nei 200 stile libero invece ha gareggiato Elena Lazzarin, il cui tempo è stato di 2’25”59, seguita da Jacopo Lionello che ha chiuso la sua prestazione nei 100 farfalla in 1’13”86. I 100 rana femmine hanno visto gareggiare Sara Tobaldo, che ha toccato la parete di arrivo in 1’32”40 mentre i 200 rana maschi vedono Alex Modenese tenere la testa della gara fin dalle prime battute e vincere la specialità in 2’20”94, tempo che gli permette l’accesso ai prossimi Criteria di marzo. Nicole Farinelli riesce a spuntare un quinto posto nei 100 dorso, chiusi in 1’14”22, così come al quinto posto si piazza Andrea Pozzati nei 200 dorso con il tempo di 2’21”95. Nei 200 farfalla femminili Francesca Ferroni nuota la distanza in 2’51”68 mentre nei 100 stile libero maschi Thomas Ferrari riesce a scendere sotto il minuto fermando il cronometro sul 59”65. 30”28 è invece il tempo di Elena Lazzarin nei 50 stile libero mentre 5’06”23 il tempo di Alex Modenese e dei suoi 400 misti nuotati all’insegna della “sciallanza” ma comunque si tratta di un riscontro cronometrico sufficiente per strappare un quinto posto. Giada Buoso si improvvisa ottocentista e a stile libero ferma il cronometro su 10’51”01. La prima parte delle gare si conclude con due staffette: la 4x100 mista maschile ha visto schierati Andrea Pozzati, Federico Dan, Sandro Samaritani e Davide Girardello che hanno ottenuto il crono di 4’31”95; per la 4x100 stile libero femminile hanno invece gareggiato Carlotta Giolo, Elisabetta Gnudi, Francesca Ferroni ed Elena Lazzarin che hanno chiuso la staffetta in 4’29”08.

Dopo la pausa di mezz’ora la gara è ripartita con il medesimo programma con l’inversione delle gare per le sezioni maschile e femminile. Ha gareggiato nei 200 misti Matteo Aguiari, nuotatore eclettico che ottiene il tempo di 2’33”97. Nei 400 stile libero scende di nuovo in vasca Giada Buoso, il cui riscontro cronometrico è di 5’17”22.; sempre a stile ma sui 200 gareggia Tommaso Brunelli il cui tempo è di 2’40”95. Nei 100 farfalla è la volta di Elisabetta Gnudi che chiude la gara in 1’18”66 mentre nei 100 rana Federico Dan riesce a ottenere un buon quinto posto nuotando con grinta e precisione il tempo di 1’13”01. Ottiene un altro quinto posto anche Francesca Ferroni nei 200 rana, dove riesce a scendere dopo tanto tempo al di sotto dei tre minuti; il suo tempo è di 2’55”51. Quinto posto anche per Andrea Pozzati che in 1’06”82 porta a termine i 100 dorso maschi. Nei 200 dorso 2’47”59 è il tempo di Nicole Farinelli mentre 2’43”92 è il tempo di Matteo Aguiari sulla stessa distanza a farfalla. Di nuovo arrivano due gare a stile libero: Carlotta Giolo chiude i 100 in 1’05”61 mentre Davide Girardello chiude i 50 metri in 29”20. L’onnipresente Francesca Ferroni gareggia ancora nei 400 misti, dove strappa un quinto posto in 5’46”97 mentre Andrea Meazzo chiude i 1500 metri stile libero in 17”10”66. La manifestazione si è chiusa con le ultime staffette in gara: il team che ha gareggiato nella 4x100 mista femmine era formato da Nicole Farinelli, Francesca Ferroni, Elisabetta Gnudi ed Elena Lazzarin che hanno terminato la gara in 5’05”84; il quartetto schierato per la 4x100 stile libero maschile, formato da Federico Dan, Thomas Ferrari, Sandro Samaritani e Alex Modenese, ha invece terminato la staffetta in 3’”53”31.

Immagini correlate

Links di approfondimento

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook