Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Nuoto: buone prestazioni al Trofeo Città di Ravenna

Il 16° meeting nazionale Città di Ravenna è stato archiviato domenica 7 maggio dopo tre giorni di gare affollate ma svoltesi a ritmo serrato. La manifestazione ha visto la partecipazione di atleti del calibro di Fabio Scozzoli e Ilaria Bianchi. Numerosa è stata la rappresentativa di Adria Nuoto che ha partecipato alla gara.

Venerdì 5 maggio le gare in programma erano le serie delle gare veloci. Nei 50 stile libero femminile la nuotatrice biancorossa più veloce si è confermata Francesca Ferroni, che ha chiuso la gara in 29”70; dietro di lei troviamo in classifica Giada Buoso con 31”80 e la giovane Martina Biavati, classe 2004, che ha ottenuto il buon crono di 31”97. Hanno ancora gareggiato sulla stessa specialità Asia Mantovani, che ha fermato il tempo su 32”40, Eleonora Crepaldi con 33”35, Emma Tassinati con 33”63, Sara Gulmini con 34”08 e Martina Valendino, alla prima esperienza in vasca lunga, con 37”94. Tra i maschi si migliora di molto Andrea Pozzati, che non nuotava da tempo la gara veloce a stile libero, toccando la piastra in 27”39.

Nei 50 rana si cimentano Francesca Ferroni e Sofia Guidi: Francesca nuota briosa il tempo di 38”19 mentre Sofia, più avezza alle distanze lunghe, chiude in 45”09. Tra i maschi nuota i 50 rana Filippo Barillari, che con un passo da fondista riesce a realizzare il tempo di 38”18.

Nei 50 dorso scendono in vasca di nuovo Francesca Ferroni ed Eleonora Crepaldi tra le femmine e Andrea Pozzati tra i maschi: 36”30 è il tempo conseguito da Francesca mentre Eleonora si piazza due secondi più indietro con 38”30; Andrea invece cerca di forzare  l’andatura ma chiude col tempo di 32”38.

L’ultima gara in programma venerdì pomeriggio è stata quella dei 50 farfalla. Tra le femmine si distingue Giada Buoso che chiude la vasca in 34”67; dietro di lei in classifica troviamo Martina Biavati col tempo di 34”97, Elisabetta Gnudi con 35”63, Eleonora Crepaldi con 36”45, Asia Mantovani con 37”48, Sofia Guidi con 39”12 ed Emma Tassinati con 41”96.

Sabato 6 maggio il primo biancorosso a scendere in vasca è stato Filippo Barillari che nei 100 rana ha gestito bene la distanza ed ha fermato il cronometro su 1’21”77. Dopo di lui si cimenta nei 200 farfalla Matteo Aguiari, che parte forte nella prima vasca facendo pensare ad un probabile tracollo a metà gara; invece riesce a gestire bene le risorse, soprattutto controllando l’impegno delle gambe, e realizza un nuovo personale di 2’41”62.

Sara Gulmini e Andrea Pozzati affrontano poi i 200 dorso: Sara cerca di mantenere una buona frequenza ma resta delusa del 2’57”18 decisamente alto; anche Andrea ha l’impressione di forzare l’andatura ma si deve accontentare del crono di 2’26”41 superiore alle sue possibilità.

Nei 100 farfalla gareggiano Elisabetta Gnudi, Thomas Ferrari,  Filippo Barillari e Matteo Aguiari: mentre Elisabetta chiude in linea con le sue prestazioni precedenti in 1’20”05, Thomas con 1’06”79 e Matteo con 1’10”85 sono in linea con le loro prestazioni di vasca corta mentre Filippo si migliora di diversi secondi finendo la gara in 1’10”90.

La gara successiva è stata quella dei 200 stile libero. Qui Francesca Ferroni migliora la sua prestazione stagionale di un secondo e mezzo chiudendo in 2’22”30 mentre Giada Buoso provata da una settimana intensa di impegni sportivi e scolastici arriva alla piastra in 2’34”02. Thomas Ferrari, anche lui iscritto ai 200 stile libero, accusa la stanchezza e non riesce a curare la tecnica della bracciata: il suo tempo finale è di 2’14” netto.

Le gare di domenica 7 si aprono con i 200 misti dove Adria Nuoto schiera un Thomas Ferrari che riesce a gestire molto bene le frazioni a farfalla e stile, un po’ meno quelle a dorso e rana: il tempo di 2’28”20 è comunque buono e rappresenta il suo nuovo personale.

Nei 100 dorso Francesca Ferroni nuota “scialla” il tempo di 1’20”74 mentre Eleonora Crepaldi non riesce a trovare i riferimenti sul soffitto e nuota zigzagando il tempo di 1’21”89. Nella stessa distanza ma nella sezione maschile non è troppo contento della propria prestazione Andrea Pozzati che non forza eccessivamente l’andatura e chiude la gara in 1’07”15.

Nei 200 rana Filippo Barillari nuota bene allungandosi in una nuotata a spalle basse e molto scivolata: il suo tempo di 2’58”96 è in linea con le sue prestazioni di vasca corta.

Nel pomeriggio di domenica le numerose serie dei 100 stile libero: tra le femmine si distingue di nuovo Francesca Ferroni, che realizza il tempo di 1’04”86, seguita da Martina Biavati con 1’10”37, Eleonora Crepaldi con 1’14”59, Alexa Lusha con 1’16”71 e Martina Valendino con 1’26”21. Tra i maschi infine Andrea Pozzati e Thomas Ferrari si sfidano su due batterie differenti: per pochissimi centesimi Thomas con 59”42 ha la meglio su Andrea che chiude in 59”48.

Immagini correlate

Links di approfondimento

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook