Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Recupero Funzionale Attivo

Cos’è il Recupero Funzionale Attivo?
Il Recupero Funzionale Attivo è una attività motoria in cui si lavora su articolazioni e distretti muscolari che devono appunto recuperare la loro funzionalità. Questa necessità può essere sia di tipo post operatorio, post traumatico o patologico. Questo recupero è attivo perché l’utente svolge un lavoro attivamente, cioè esegue gli esercizi in maniera guidata ma indipendente.

Che differenze ci sono tra Recupero Funzionale e Fisioterapia?
I laureati in Scienze Motorie non possono svolgere manipolazioni, ma semplicemente programmano esercizi e carichi di lavoro che permettano e agevolino il recupero della mobilità e della forza muscolare. Spesso il nostro lavoro si svolge in sinergia con quello del fisioterapista: spesso si collabora sulla programmazione e sulla definizione di esercizi e carichi. In genere nella fase acuta il fisioterapista interviene in maniera diretta e successivamente consiglia il successivo recupero in acqua.

Quali sono i vantaggi dell’attività svolta in acqua?

I vantaggi che offre l’acqua sono molteplici: innanzitutto è un ambiente poco traumatico; inoltre la spinta di Archimede riduce quasi completamente la forza peso e permette di svolgere carichi impegnativi senza gravare eccessivamente sugli arti inferiori. Inoltre in acqua, sul galleggiamento orizzontale, si possono assumere posture che facilitano l’esecuzione di esercizi con angoli articolari difficili da raggiungere; senza dimenticare poi l’effetto bradicardizzante dell’acqua e il massaggio dell’acqua che agevola il riflusso sanguigno e dei liquidi corporei.

Come si svolge l’attività?
In un colloquio precedente l’inizio dell’attività cerco di capire il problema e le probabili indicazioni del medico ortopedico o del fisiatra sull’attività da svolgere. Le sedute si svolgono in maniera individuale, perché ogni seduta è studiata tenendo in considerazione la condizione dell’utente e il piano di lavoro è stabilito in base alla patologia. Gli esercizi vengono proposti, a seconda della situazione, in acqua alta o in acqua bassa, facendo a volte uso di sussidi didattici.

È un’attività che può svolgere anche chi ha paura dell’acqua?
Durante le sedute di Recupero Funzionale mettiamo l’utente in condizione di muoversi al meglio, dove si tocca o, nel caso di lavori in sospensione per ridurre il carico, si lavora in appoggio alla parete e spesso con l’operatore in acqua, quindi in condizione di totale sicurezza.


L’attività viene svolta da tecnici dell’attività motoria preventiva e adattata.

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook