Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Categoria: nuotatori codigoresi in trasferta a Malo

Durante la quarta giornata del Campionato regionale di Categoria di Nuoto, svoltasi a Malo (VI) domenica 26 gennaio 2014, sono diversi i record personali dei nuotatori codigoresi che sono caduti. La piscina sconosciuta agli atleti di Adria Nuoto si è dimostrata favorevole alla riduzione dei tempi di percorrenza e la manifestazione è stata gradevole sia per il gruppo di atleti che per gli spettatori in tribuna.

La manifestazione si è aperta con i 50 dorso, nella quale è andato in scena lo scontro tra  le nemiche-amiche Sara Gulmini ed Elisabetta Gnudi: Sara si perde un po’ nella subacquea in partenza ed Elisabetta ne approfitta per prendere il largo e superare la compagna; per lei il cronometro si ferma sul 36”1, mentre per Sara il tempo è 37”3. Nella stessa specialità Eleonora Crepaldi abbassa il proprio tempo di oltre tre secondi, confermando il suo periodo positivo, ottenendo il crono di 37”6. Quasi tre secondi in meno anche per Michela Finessi, che copre la distanza in 41”1.

Nei 200 stile libero Giada Buoso riesce a scendere sotto i 2’30: curando la nuotata e l’ampiezza della bracciata chiude la gara in 2’28”8. Silvia De Biaggi torna a nuotare i 200 dopo alcuni anni di gare corte: per lei il tempo di 2’18”7 non si avvicina al personale ma costituisce un nuovo punto di partenza per la costruzione di una nuova prestazione. Tra i duecentisti maschi, Giacomo Pozzati riesce, malgrado un torpore al bracci sinistro che gli impedisce di essere aggressivo come vorrebbe, a migliorare la propria prestazione di oltre in secondo, fermando il cronometro sul 2’12”1.

Un secondo in meno per Francesca Ferroni e quasi cinque in meno per Alexa Lusha sono i miglioramenti ottenuti nei 100 rana: Francesca cerca di sfruttare meglio lo scivolamento e chiude in 1’22”9 mentre Alexa tira fuori un po’ di grinta e ferma il cronometro sull’1’34”3. Non riesce nell’intento di fare 1’16” Sandro Samaritani, che nuota bene le prime due vasche ma accusa il colpo nella seconda parte della gara; per lui il tempo è 1’19”2.

Positiva la striscia di risultati anche nei 50 stile libero: Eleonora Crepaldi abbassa di oltre due secondi il proprio tempo fino a 32”6; due secondi in meno anche per Alexa Lusha, che porta il suo personale sul 33”3; migliora di oltre mezzo secondo Michela Finessi, che ottiene il tempo di 33”9. Tre decimi in meno non bastano a Giada Buoso per realizzare il suo desiderio di scendere sotto i 30”: 30”7 è il suo nuovo personal best e la strada per il 29” sembra ancora lunga. Realizza invece 27”8 Silvia De Biaggi, specialista della velocità mentre Sandro Samaritani, alla ricerca di un 27”, si ferma sul 28”1.

Di nuovo in scena la sfida Gulmini-Gnudi nei 100 dorso e in questa distanza è invece Sara a battere Elisabetta, che se la prende un po’ troppo comoda: 1’19”1 e 1’21”5 sono i loro rispettivi tempi. Abbassa il proprio personale anche nei 100 dorso Giacomo Pozzati, che, consapevole di non aver potuto dare il massimo, ferma il cronometro sull’1’11”4.

Molto soddisfatta dei propri 400 stile libero è Francesca Ferroni, che alla prima esperienza sulla specialità, riesce a fermare il cronometro sul 5’02”6.

Nella staffetta 4x50 stile libero si sono viste schierate nella stessa batteria due formazioni biancorosse: la prima formata da Giada, Francesca, Eleonora e Silvia e la seconda costituita da Elisabetta, Sara, Michela e Alexa. Nonostante alcune di esse avessero già dato molto nelle gare individuali, questa prova di quadra le ha motivate a voler dare ancora il massimo impegno possibile. Le prime hanno fermato il cronometro sull’1’59”8, le seconde sul 2’16” netto.

Links di approfondimento

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook