Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Serie C: Adria Nuoto cade a Verona

Nel terzo incontro valido per il campionato di Serie C, AdriaNuoto subisce la sua prima sconfitta contro CSS Verona. Dopo il deludente pareggio in casa contro Belluno, frutto di una prestazione per metà gara ottima, per l’altra metà sottotono, la squadra capitanata da Saggia si è presentata sabato 15 Febbraio con la voglia di lasciarsi alle spalle la partita-suicidio contro i bellunesi.

Date le assenze degli indisponibili Favaro e Doni, mister Bulgarelli per questo incontro ha convocato: Carli fra i pali, Baldetti(1 gol), Tugnolo, Grassi(1), Drago(1), Giolo, Ferro, Duò(1), Saggia(3), Castellani(1),Babetto,Vecchiattini(3).

La partita parte bene per i padroni di casa che nei primi 6 minuti si portano già sul 5-0. Faticano gli ospiti a reagire e spesso subiscono l’avanzata dei veronesi. Ci prova Saggia a svegliare i suoi su rigore procurato da Castellani, ma prima della fine del primo parziale CSS Verona ne segna un altro fissando il punteggio sul 6-1.

Nel secondo tempo è ancora la squadra veronese ad aprire le marcature, ma finalmente AdriaNuoto rialza la testa e comincia la sua rimonta. Ci pensa Vecchiattini a segnare due gol in meno di un minuto, Grassi si sblocca in campionato segnando il quarto gol e ancora Saggia su superiorità numerica. Del Giudice non ci sta e riporta i suoi sul 9-5, ma prima del cambio campo si sblocca anche Duò che segna su superiorità numerica. Siamo sul 9-6.

Il terzo tempo è ancora a favore di Adria Nuoto che dopo aver subito un altro gol di Del Giudice, si fa avanti segnando con Baldetto su rigore, Castellani su superiorità numerica e Drago. La squadra ci crede e a questo punto è sotto solo di 2 gol. Sfortunatamente Castellani finisce anzitempo la sua partita collezionando 3 falli personali.

Nell’ultimo tempo CSS Verona riprova a prendere le distanze segnando un gol, ma Saggia e Vecchiattini ne segnano altri due portando Adria Nuoto a -1. Ma la beffa finale arriva a 2 minuti dalla fine quando Vecchiattini viene espulso definitivamente e i padroni di casa si portano sul 13-11 segnando su rigore, e questo sarà anche il risultato finale della gara.

Gara senza dubbio intensa ed equilibrata, giocata a ritmi elevati. Per poco la squadra adriese non agguanta l’incredibile pareggio (sarebbe stato i terzo in tre gare) se non addirittura la vittoria. Numerose sono state le espulsioni e i rigori. Al fischio finale contiamo due espulsi definitive nell’ AdriaNuoto e ben 3 nel CSS Verona. Anche queste, come altre decisioni arbitrali hanno inasprito non poco la partita. Per quel che riguarda la prestazione della squadra di Bulgarelli, possiamo sottolineare un atteggiamento e una presenza in acqua migliore rispetto all’ultima gara; sfortunatamente la squadra ha lasciato troppo spazio agli avversari nel primo tempo. Un altro aspetto degno di nota è che, nonostante la vasca lunga, la squadra ospite se l’è cavata meglio dei veronesi.

Questo risultato testimonia come il campionato sia apertissimo a ogni risultato e che AdriaNuoto può mettere in difficoltà tutti, o quasi.

Prossimo appuntamento sabato 1 Marzo in casa contro Padova 2001.

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook