Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

U13: Sconfitta in Romagna dal sapore amaro.

Un’ottima Adria Nuoto, sempre in vantaggio per quasi tutta la partita, esce sconfitta immeritatamente domenica 16 marzo dallo Stadio del Nuoto di Riccione, complice un arbitraggio molto discutibile nell’ultimo tempo.

La formazione convocata dal coach Vecchiattini era composta da: Marco Casadei, Clementina Cazzola, Tommaso Cazzola, Luca Farinelli, Matteo Finessi, Emanuele Ghirardelli, Giorgio Medici, Marco Stocco, Lorenzo Toschi, Nicola Tromboni, Federico Zanellati.

Il primo tempo vede la squadra ospite in perfetta copertura difensiva e contropiede rapido e Ghirardelli apre subito le marcature. Il comando del gioco costantemente in mano ad Adria Nuoto produce il secondo gol di Ghirardelli dopo azione corale. Quindi è la volta di capitan Stocco che con un contropiede solitario segna la sua prima rete portando il risultato sullo 0 a 3. Sulla risposta, il Riccione segna su azione e accorcia le distanze portando il risultato sull’1 a 3. Il secondo tempo inizia con un velocissimo contropiede di Stocco che dopo aver rubato palla semina l’avversario e segna il suo secondo gol. Il Riccione non ci sta e, causa qualche errore di troppo in difesa di Adria Nuoto, segna in superiorità numerica per tre volte portando a un risultato di parità di 4 a4. Coach Vecchiattini rimette allora in campo la formazione iniziale dopo le necessarie rotazioni ed in chiusura di tempo Medici riporta in vantaggio la compagine adriese segnando dopo azione di squadra. Il risultato a metà partita è sul 4 a 5. Al cambio di campo è nuovamente Medici a segnare all’inizio del terzo tempo con un tiro dalla distanza che sorprende il portiere romagnolo. Accorcia e poi pareggia il Riccione sempre in superiorità numerica. Nel quarto tempo è ancora Ghirardelli ad andare in gol su splendida azione dopo essere stato servito benissimo da Stocco, il quale, dopo il temporaneo pareggio dei padroni di casa, si ripete servendo uno splendido assist a Tromboni che non sbaglia e va in gol. Ora il risultato è sul 7 a 8 ma nuovamente il Riccione acciuffa il pareggio dopo una corta respinta del portiere. Il giovane arbitro dell’incontro a questo punto prende alcune decisioni dubbie: dapprima fischia un angolo che consente a Riccione il vantaggio, poi espelle incomprensibilmente più volte per gioco falloso dei giocatori di Adria anche se in palese inferiorità fisica rispetto ai padroni di casa. Gli ospiti non mollano e Ghirardelli segna ancora in contropiede: la sua quarta rete personale pareggia i conti sul 9 a 9 e lo qualifica come miglior marcatore per Adria Nuoto. Ma non è finita e dopo l’ennesima espulsione controversa ai danni di Adria, Riccione segna il gol della vittoria col quale l’incontro si conclude sul 10 a 9. 

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook