Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Categoria: recuperata la terza giornata zonale

Si è svolto domenica 1 febbraio 2015 a Rovigo il recupero della terza giornata zonale di nuoto di Categoria: la manifestazione in programma per il 18 gennaio scorso era infatti saltata per problemi tecnici dell’impianto natatorio rodigino.

Nei  50 delfino si distingue con la sua nuotata lunga a bassa frequenza di bracciata Alice Soncin, la prima tra le codigoresi che chiude la gara in 33”3. Chiude invece in 34”6 Giada Buoso, irrigidita da un dolore al collo; seguono a breve distanza nella classifica Elisabetta Gnudi che ferma il cronometro su 35”2 ed Eleonora Crepaldi col tempo di 35”7.

Nei 200 dorso Giacomo Pozzati migliora il proprio personale abbassandolo di un secondo e mezzo fino a 2’29”0 così come si migliora Sara Gulmini con il buon crono di 2’48”2.

Nella rana veloce scendono in gara Valentina Ferro ed Alexa Lusha: mentre Alexa tiene bene la prima parte della gara per poi perdere il ritmo, Valentina esprime la sua dinamicità su entrambe le vasche e si piazza davanti alla compagna di squadra in 40”3; 42”1 invece è il tempo di Alexa.

Nei  100 stile libero Giacomo Pozzati accusa un po’ di stanchezza e non riesce a scendere sotto i 60”: per questa volta si deve accontentare di 1’00”6. Nella stessa gara nuotano spediti anche Filippo Barillari ed Alessio Piagnolente: il primo, un po’ più preciso nei fondamentali, ferma il cronometro su 1’08”7 mentre il secondo si 1’09”1. Nella stessa specialità ma nella classifica femminile, Francesca Ferroni stacca le compagne di almeno 5 secondi chiudendo la gara in 1’03”7; la seguono Alice Soncin in 1’08”8, Eleonora Crepaldi in 1’10”8, Giada Buoso in 1’13”4, Alexa Lusha in 1’13”7 e Valentina Ferro in 1’17”1.

Tenta il meglio Alessio Piagnolente nei  100 farfalla, ma la nuotata si rivela ostica per una distanza così lunga: il suo tempo è di 1’25”6. Le eterne rivali del dorso Elisabetta Gnudi e Sara Gulmini  decidono di sfidarsi su una nuova specialità e nei 100 farfalla è Elisabetta ad aver la meglio in 1’20”4 su Sara, che chiude in 1’22”0.

Nei 200 rana Filippo Barillari nuota le otto vasche con un buon ritmo tenuto per tutta la gara: il cronometro per lui si ferma su 3’03”7. Nella stessa gara Francesca Ferroni, motivata dalla corsia centrale in prima batteria, tenta l’all-in: conduce la gara fino ai 150, quando le energie le vengono a mancare e due avversarie la mettono dietro. Il tempo per Francesca è di 2’51”3.

Links di approfondimento

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook