Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Il maltempo pregiudica le prestazioni dei nuotatori alla prima giornata del Città di Schio

Sanato 23 maggio è stata una giornata dura per i nuotatori di Adria Nuoto, impegnati nella prima giornata del Trofeo Città di Schio. Il clima piovoso e freddo è stato il loro principale nemico.

La prima a gareggiare nei 50 stile libero è stata una Nicla Di Cristofaro un po' stanca e infreddolita che ferma il cronometro su 34"86. Nella batteria successiva gareggiano Sarà Gulmini e Michela Finessi, entrambe provate dal freddo e, soprattutto la prima, innervosita dalle avversarie; i loro tempi sono rispettivamente 34"11 e 36"49. Si cimentano quindi nella stessa specialità Alexa Lusha ed Eleonora Crepaldi: il cronometraggio sentenzia 34"40 per Alexa e 33"06 per Eleonora. Le due escono dalla vasca innervosite per il brutto tempo ed Alexa decide di consolarsi subito con una brioche alla nutella. Conclude le serie femminili Giada Buoso, abbastanza soddisfatta del suo 31"81 in linea con le ultime prestazioni fatte in vasca lunga. Nella stessa specialità, tra le serie maschili, gareggia Andrea Pozzati, che consegue il buon crono di 29"03, la sua migliore prestazione in lunga anche se ancora lontana dai risultati a cui aspira.

Francesca Ferroni affronta quindi i 200 rana con lo spirito di competizione che le è tipico: malgrado il passaggio ai 100 metri in 1'22" più basso della sua ultima prestazione sulla gara dei 100 rana, nella seconda parte della gara accusa il freddo e non riesce a mantenere la velocità espressa fino a quel momento. Il cronometro sentenzia per lei 2'57"80. Provata dalla gara e dalla bassa temperatura, all'uscita dalla vasca Francesca mostra sintomi di ipotermia e si vede costretta a ricorrere al medico della manifestazione. Le compagne e l'allenatore sospettano in realtà un tentativo di seduzione, trattandosi di un medico belloccio di giovane età.

La gara successiva in programma sono stati i 50 farfalla, nella quale gareggia per prima Michela Finessi, che ottiene il tempo di 40"46, seguita da Giada Buoso con 37"94 ed Eleonora Crepaldi con 35"30. Giada esce dalla vasca delusa dal riscontro cronometrico e commenta: "37?!? Fa ç@9@r3 il ç@##0!" Chiude le serie dei 50 farfalla Andrea Pozzati che ottiene il buon crono di 30"87. Andrea è soddisfatto per aver migliorato il proprio personale malgrado non si cimentasse da tempo nella specialità.

Conclude la giornata di gare Sarà Gulmini che nuota placidamente i suoi 200 dorso: con chi le chiede come sia andata la gara Sara nemmeno si esprime, totalmente insoddisfatta del tempo conseguito di 3'02"94.

Ed è solo sul finire della giornata di gare che smette di piovere. Si spera che sia un segnale di buon auspicio per la seconda parte della manifestazione in programma per il giorno successivo.

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook