Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Coppa Brema: nuovi personal best per diversi atleti di Categoria

Una parte della rappresentativa di nuotatori di Adria e Codigoro

Si è svolta domenica 20 dicembre 2015 a Preganziol la fase di qualificazione per il Campionato Italiano a Squadre Coppa Caduti di Brema. Gli atleti codigoresi di Adria Nuoto hanno partecipato riportando buoni risultati e nuovi record personali, ma soprattutto cimentandosi in distanze nelle quali non sono abituati a gareggiare per coprire tutto il programma gare..

Nei 200 stile libero femminili scende in vasca Giada Buoso, che tenta di tenere un buon passo ma non riesce a migliorarsi. Il tempo di Sara è 2'30"17.

Nei 100 farfalla entra in vasca Andrea Pozzati: nonostante una partenza in leggero ritardo rispetto agli avversari e le virate troppo vicine, Andrea nuota con aggressività e chiude la gara in 1'07"07.

Nei 100 rana femmine Valentina Ferro scende sotto l'1'30" realizzando il suo nuovo personal best: la sua nuotata rapida e la sua forza di volontà le fanno chiudere la specialità in 1'28"38.

Sara Gulmini gareggia invece nei 100 dorso: malgrado la presenza incostante in allenamento Sara riesce a concludere la gara con un tempo in linea con le sue migliori prestazioni. Il crono sentenzia per lei 1'18"63.

Prova i 200 misti per la prima volta Francesca Ferroni. La sua ansia le serve come motivazione per cercare di spingersi oltre in uno stile che non sente come suo e il risultato non è assolutamente male: 2'50"64.

Nuovo personal best  per Matteo Aguiari nei 400 misti: questo mistista eclettico riesce a distribuire bene le proprie energie e chiude la gara in 5'39"68.

Si cimenta per la prima volta nella sua carriera negli 800 stile libero Giada Buoso: come tutte le prime volte, anche Giada ha avuto il problema di gestire risorse e velocità e quindi a fine gara non riesce a dare una giusta valutazione del 10'45"50 decretato dal cronometraggio. Per lei resterà comunque un buon punto di partenza per le prossime gare.

La prima parte delle gare si conclude con la staffetta 4x100 stile libero, nella quale Francesca Ferroni e Linda Taddei scendono in gara insieme a Sara Casetto ed Elena Lazzarin. Il tempo realizzato è di 4'23"53.

Dopo la pausa scende in gara nei 400 stile libero Eleonora Crepaldi: anche lei gareggia in una distanza insolita e chiude la gara in 5'28"61.

Nei 200 stile libero maschi si cimenta Andrea Pozzati: grande carica e un buon passo gli permettono di toccare la piastra in 2'12"13, appena al di sopra delle sue aspettative.

Si migliora di oltre tre secondi Filippo Barillari nei 100 rana dove abbassa il proprio personale fino a 1'20"96.

Sulla doppia distanza femminile Valentina Ferro accusa la stanchezza a metà gara e, malgrado gli ultimi cento metri nuotati con grande fatica, realizza il proprio nuovo personale di 3'16"07.

Nuota invece i 200 dorso Linda Taddei, che stimolata dal vantaggio che riesce a conquistare nelle prime vasche, chiude la gara in 2'42"62.

Sandro Samaritani si cimenta per la prima volta nei 200 farfalla. Parte con un buon piglio, ma già a metà gara accusa la stanchezza; dai 100 metri perde l'assetto e lascia affondare le gambe e il cronometro sentenzia per lui il tempo di 2'52"47 ben più alto del tempo provato in allenamento.

Delusa dalla prestazione nei 100 stile libero è Elisabetta Gnudi: il crono di 1'09"45 è almeno due secondi superiore alle sue aspettative.

Esce provatissima dai 400 misti femmine Francesca Ferroni: buona la frazione a delfino ma il dorso è nuotato come sempre con una andatura blanda; nella rana riesce a recuperare una posizione ma la perde nell'ultima frazione. Il tempo per lei è il suo nuovo personale di 5'39"90.

Nella 4x100 mista femminile gareggiano Lida Taddei, Sara Casetto, Elisabetta Gnudi e Chiara Cester che realizzano un tempo di 5'11"55.

Nella 4x100 stile libero maschile la squadra formata da Michele Vegro, Andrea Pozzati, Alberto Cavallaro e Alex Modenese realizzano il tempo di 3'46"51.

Links di approfondimento

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook