Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Gioie e delusioni alla prima giornata interzona di nuoto

Elisabetta, Chiara, Andrea, Francesca e Tommaso

Si è svolta domenica 14 febbraio ad Este la prima giornata interzona di categoria. La manifestazione con cronometraggio manuale prevedeva la partecipazione di quegli atleti ancora alla ricerca del tempo limite per la qualificazione ai Criteria primaverili. La manifestazione si è conclusa in poco più di due ore di fronte ad un pubblico così silenzioso da apparire talvolta surreale.

La gara è iniziata con i 100 stile libero nella quale Filippo Barillari ferma il cronometro su 1'05"9, lontano dalle sue prestazioni migliori. Tra le femmine si difende bene Francesca Ferroni, che ottiene il miglior tempo della giornata fermando il cronometro su 1'03"2. Sempre nei 100 stile libero si comporta molto bene la "nuova" Nicla di Cristofaro, che abbandona i timori e la timidezza degli anni scorsi per sfoderare carattere ed aggressività nuotando la distanza in 1'09"4. Rosica per questo Elisabetta Gnudi, che ottiene anche lei 1'09"4: vedersi raggiunta in classifica dalla compagna proprio non riesce a digerirlo. A breve distanza da loro si piazzano Valentina Ferro con 1'10"0 e Eleonora Crepaldi con 1'10"6 .

Nei 200 dorso Andrea Pozzati da il meglio di sé e ottiene il suo nuovo personale fermando con grande stupore il cronometro su 2'23"5: nonostante i timori provati durante lo scioglimento altetico per la parete di partenza scivolosa e le bandierine troppo alte, Andrea è riuscito a far fronte alla situazione con coraggio e impegno.

I 100 rana hanno visto scivolare Filippo Barillari in fondo alla classifica: il tempo di 1'22"3 decreta che quella di domenica è stata per Filippo una giornata "no". Tra gli iscritti dei 100 rana c'era anche Alexa Lusha che nuota la distanza un po' troppo "scialla" e tocca la parete in 1'35"4.

Nei 50 stile libero maschi Andrea Pozzati si migliora ulteriormente fino ad abbassare il proprio personal best fino a 27"9, un tempo che lui considera ancora ampiamente perfezionabile. Tra le femmine si conferma in formissima Nicla Di Cristofaro, prima tra le codigoresi con il tempo di 31"8, seguita da Elisabetta Gnudi in 32"1, da Eleonora Crepaldi con 32"3 e da Alexa Lusha che si lamenta del suo stato di forma e del suo crono di 34"3.

Si comportano bene invece le velociste della rana: sui 50 metri Francesca Ferroni ottiene il buon crono di 37"2 seguita da Valentina Ferro in 38"9.

La seconda giornata sarà in programma domenica 28 febbraio a Monselice.

Links di approfondimento

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook