Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Campionato promozione: buona la prima

Adria Nuoto vince la prima partita contro Novafeltria 13-3. Bulgarelli:”Complimenti ai miei ragazzi”.

Finalmente è partito ufficialmente il campionato promozione per Adria Nuoto. Sabato 13 Febbraio, infatti, la squadra adriese ha giocato a Porto Viro contro Novafeltria, vincendo 13-3 e portando a casa i primi tre punti.

C'era grande attesa per questo inizio di stagione da parte dei ragazzi e da parte di mister Bulgarelli, già costretto a dover effettuare dei cambi nelle convocazione a causa del forfait di Biga, bloccato dall'influenza. Ecco così che torna tra i convocati Francesco Baldetti, tornato a disposizione del mister dopo due stagioni di fermo e autore di 1 gol.

Oltre a Baldetti sono stati convocati: Vicentini tra i pali, Battaggia, Tugnolo, Grasi, Trovò (1 gol), Giolo, Duò (1), Magagnato, Ferro (4), Drago (1), Castellani (2), Vecchiattini (1).

Parte subito alla grande Adria Nuoto che sblocca le marcature con Ferro che al volo, servito da Vecchiattini batte il portiere. Tempo due minuti e il capitano Vecchiattini raddoppia inventando una bellissima palombella che coglie di sorpresa la retroguardia avversaria. Successivamente è il turno di Castellani a firmare il tris, in controfuga, servito questa volta da Drago.

Novafeltria prova a farsi sotto e segna il suo primo gol,sfruttando un'indecisione difensiva tra Vecchiattini e Duò. Prima della fine del primo tempo c'è spazio per il gol di Drago su superiorità numerica. Già in questo primo tempo si è vista la notevole differenza a livello tecnico tra le due formazioni: Adria Nuoto brava e attenta, Novafeltria che fatica a trovare spazi.

Il secondo tempo segue la falsariga del primo, con Ferro ancora una volta marcatore e successivamente anche Vecchiattini raddoppia il suo score personale, correggendo in rete un tentativo del compagno Drago. Novafeltria è in netta difficoltà, ma riesce comunque a segnare il secondo gol, sebbene in maniera decisamente fortuita. Tiro dalla distanza del numero 3 avversario, Vicentini ci arriva con la mano sinistra, che respinge la palla sul palo, ma questa gli ritorna sulla schiena e si infila in porta.

Prima del cambio campo è Baldetti che torna al gol su superiorità numerica.

Terzo tempo un po' meno avvincente, con un gol segnati per parte. Prima è Castellani, ancora su controfuga, che scambia ottimamente col compagno di fascia Trovò e che sigla il suo secondo gol. Poi è la squadra avversaria a segnare il loro terzo e ultimo gol, in cui Vicentini forse con eccesso di sicurezza, si fa sorprendere con un pallonetto.

Adria Nuoto all'inizio del quarto tempo è nettamente padrona del gioco e del risultato. Per cui la parola d'ordine della squadra di Adria è: amministrare!

Compito svolto egregiamente dai ragazzi di Bulgarelli che non prendono più gol fino alla fine della gara e, anzi, aumentano il distacco con gli avversari. Vanno a segno Duò, con un gran tiro dalla distanza, due gol di Ferro, Vecchiattini al volo su assist di Castellani e infine Trovò, su superiorità numerica. Finisce 13-3 per Adria Nuoto.

Squadra ben messa e organizzata, capace di gestire le energie e il tempo, senza scoprirsi eccessivamente. La squadra, come lo scorso anno, è anagraficamente ancora giovane, ma con un anno di convivenza e di esperienza in più, che senz'altro gioverà ulteriormente al gioco della squadra. Importante il ritorno di Baldetti, che sicuramente darà una mano alla squadra con la sua esperienza. E' un giocatore che ancora ha bisogno di recuperare la miglior forma, ma la sua prova di sabato è stata più che discreta.

La parola al mister: “Contento per la vittoria e la prova dei ragazzi”

Al termine della gara, l'allenatore di Adria Nuoto è visibilmente soddisfatto.

“Credo che in campo si sia vista una bella partita. Alla mia squadra non posso che fare i complimenti, soprattutto per quel che riguarda la fase difensiva, in cui abbiamo davvero concesso poco ai nostri avversari. I gol se li andiamo ad analizzare sono stati causati da piccole disattenzioni e da una circostanza molto fortunosa. Bravi noi a non scoprirci troppo anche con il risultato in tasca. Sono stati fatti degli errori in attacco, questo è vero, ed è da qui che lavoreremo in settimana, per essere pronti per la prossima partita. E' un buon inizio, ci tenevamo a fare una buona prova davanti al nostro pubblico.

Matteo Carli, secondo portiere, fornisce il suo resoconto:”Una buona prova”.

Presente tra il pubblico, Matteo Carli, compagno di reparto di Vicentini, al quale abbiamo chiesto di esprimerci le sue impressioni.

“Questa squadra ha dimostrato carattere e voglia di vincere, sin dalle prime battute di gioco. La squadra è giovane, ma nonostante i vari cambi durante la partita, per far rifiatare i giocatori stanchi, non ho visto grandi differenze dal punto di vista tecnico. Questo è positivo, perchè anche chi parte dalla panchina deve tenere a galla la squadra e dare il suo contributo. Bene la fase offensiva, dove la squadra ha trovato più volte la via del gol, anche con azioni ben costruite, ma soprattutto lode alla difesa che ha limitato notevolmente l'azione di gioco di Novafeltria. Bravi poi a gestire il risultato.

Simone Ferro, autore di 4 gol è soddisfatto: “Avanti così!”

Già bomber lo scorso anno, Ferro Simone si impone subito come uno dei pezzi grossi della squadra dal punto di vista realizzativo. A lui abbiamo chiesto le sue impressioni prima, durante e dopo la partita.

“ Ogni inizio è importante e la squadra sentiva la tensione, ma è riuscita a incanalarla positivamente. Il rischio in ogni partita è quello: o per la tensione ti blocchi, o ti carichi. Penso di poter parlare a nome di tutta la squadra dicendo che ero teso ed emozionato, ma dopo il fischio mi sono sbloccato e tutto è diventato più semplice.

Il trucco è partire bene, il resto poi viene da sé e si riesce a gestire tempo, energie e risultato. L'attacco ha funzionato bene, ma prima di tutto la difesa. Io sono un centroboa e onestamente credo che i tanti falli in attacco che mi son stati fischiati erano eccessivi e ho dovuto cambiare modo di giocare durante la partita, ma la decisione finale è dell'arbitro e non intendo fare polemiche.

Vincere è importante per il morale. Come si dice “Vincere aiuta a vincere”, ma occorre subito rimettersi al lavoro per preparare la prossima partita che giocheremo a Modena contro Formiggine, sabato 20 Febbraio.

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook